Unipol: dentro o fuori! Anche Mauro Rocchi lascia il gruppo

Questa volta a mio avviso la scelta dei vertici Unipol non è stata tra le più felici.

La notizia è stata data oggi da Tuttointermediari.

Ellena, che a settembre scorso aveva lasciato la carica di direttore generale andando ad occupare un ruolo più consulenziale nell’ambito dello sviluppo del progetto di valorizzazione dei servizi assicurativi di Ugf, rassegna le sue dimissioni. Un passo inevitabile dopo le scelte dell’AD Carlo Cimbri nei suoi confronti. Sembrerebbe che a Unipol delle persone con competenze gliene interessi poco, Ellena è stata la fortuna del gruppo in quanto personaggio di “mestiere” e forse l’unico a poter gestire i processi di fusione delle reti agenziali.

Lo segue nella decisione Mauro Rocchi, uno dei manager più competenti nel mondo dei rapporti contrattuali e nella relazione con le reti. Una decisione sicuramente sofferta per un manager che amava il gruppo, ma dopo essere stato spostato e mortificato dandogli un posto di assoluta irrilevanza nell’ambito del Gruppo creato solo come situazione di transito per favorire l’ingresso di Verdone (altro manager di spessore che vedremo quanto resterà nel gruppo) era diventata una decisione inevitabile.

Una prima ristrutturazione a fine anno dopo che Ellena aveva la sciato la carica di direttore generale, inserendo Galetti a cui risponderanno invece Claudio Belletti (responsabile della direzione vendite), Mauro Rocchi (direzione gestione normativa reti distributive) e Pier Giorgio Costantini (marketing pianificazione commerciale) fra La Terza e i tre dirigenti prima riporti diretti di Ellena.

Mauro Rocchi se ne va, Pier Giorgio Costantini pure…Belletti?

Di Franco Ellena ne ho parlato tanto in passato,  di Mauro Rocchi invece ne voglio parlare ora.

Ho conosciuto Mauro Rocchi nel 1996, anno della fusione della Winterthur con le compagnie della Gemina (Gruppo Intercontinentale). All’epoca Mauro era un funzionario alle dipendenze di Gigi Matarazzo, allora Direttore Commerciale di Veneta. Da subito tutti noi abbiamo capito il valore umano e professionale di quel ragazzo. È stato Elvio forza prima, e Mazzucchelli dopo (con l’avvallo di Fabrizio Rindi)  a dare a Mauro le possibilità di crescita che lo hanno portato ad essere uno dei manager assicurativi più stimati nel settore. Finiti in Unipol, Franco Ellena ha continuato ad avvalersi della collaborazione del dr. Rocchi per tutte le questioni più delicate.

Purtroppo però Mauro aveva cinque difetti:

  • era troppo competente;
  • diceva sempre quello che pensava;
  • era un uomo di Ellena;
  • non era Unipol doc;
  • era amato e stimato dalla rete agenziale.

Questo al top management di Unipol non poteva andare bene e quindi la decisione di metterlo da parte. Ma questa volta i “bolognesi” hanno preso una decisione errata e sottovalutato le potenzialità di ricollocamento di Mauro Rocchi nel mercato assicurativo. Questa volta “la grande UNIPOL” ha perso un elemento di grossissimo spessore, con l’uscita di Franco Ellena e con quella di Mauro Rocchi sono certo che qualche contraccolpo ci sarà. Lasciano il gruppo Unipol due manager di altissima elevata professionale.

Allianz, Generali, Cattolica ed altre compagnie sono disposte a prendersi Mauro Rocchi e per quanto ne so io anche ANIA ci sta pensando.

Caro Mauro, come Unipol non faceva per me e per tanti altri manager che sono stati allontanati o che se ne sono andati, anche tu, uscito di fatto il Rag. Ellena, non aveva più ragione che restassi. Hai dimostrato come sempre di avere “le palle” per prendere una decisione non facile, come spesso ti ho sentito dire quello che pensavi (cosa che a me è costato il posto di lavoro) per il bene dell’azienda, sapevo che non avresti resistito a lungo nel tuo nuovo incarico.

Noi di Assitv ed io personalmente ti auguriamo il massimo successo nella tua nuova collocazione. Io so dove sei diretto, ma aspetto che sia l’azienda a comunicarlo al mercato.

Come dice il mio amico Sabia: Ad Majora!

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.