Parco della Vittoria dal 1 marzo 2017 cambia marcia

Fra le varie attività che seguo da quando ho intrapreso la libera professione c’è anche una piccola società di brokeraggio (Parco della Vittoria) di cui fino ad oggi me ne sono occupato pochissimo in prima persona. Si tratta di una società che lavora nella logica delle collaborazioni B con A e B con B.

Adesso, che le altre attività sono ben avviate, ho deciso di dare una “dignità” a questa mia startup, Parco della Vittoria, attraverso una maggiore presenza sia nella nostra sede milanese che in quella a Macerata.

L’idea è di seguire in prima persona i progetti e le relazioni con i colleghi intermediari per poter dare una spinta maggiore alla crescita di Parco della Vittoria.

Dopo circa 7 anni quindi mi cimenterò nuovamente nella vendita diretta di contratti assicurativi. Il sito verrà rinnovato, inserirò qualche intermediario iscritto in E e allargherò le collaborazioni.

Il mio progetto è quello di mettere in piedi una realtà che in un paio di anni diventi un riferimento nel  mondo dell’innovazione e della sperimentazione assicurativa.

Va da se che noi di Parco della Vittoria siamo aperti a collaborare con altri intermediari e pertanto, chiunque volesse entrare in contatto con noi, con proposte serie di collaborazione, potrà scriverci all’indirizzo email di ASSITV che è: [email protected].

Abbiamo tantissime idee che vanno dalla realizzazione di contratti particolari, alla formazione RUI UTILE, alla diffusione del preventivatore PLURISOFT. Abbiamo anche sviluppato una APP per i nostri clienti che permetterà loro di essere sempre connessi con Parco della Vittoria tutte iniziative che metteremo a disposizione delle persone che in virtù delle “collaborazioni” lavoreranno con noi.

Personalmente sono convinto che nel nostro mercato le collaborazioni siano il sistema vincente per rendere il mestiere dell’intermediario più facile, redditizio e sopratutto non perdere affari.

Parco della Vittoria sarà, in realtà lo è già, presente nella piattaforma Insurance Arena dove metterà a disposizione le proprie relazioni per collocare gli affari che oggi qualche collega fa difficoltà a far quotare.

Insomma un piccolo progetto per un grande futuro.

 

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.