Non potremmo mai essere percepiti come innovatori: amici dell’informazione fermiamoci a pensare

Sono giorni che leggo le notizie che vengono pubblicate sul settore assicurativo senza trovare qualcosa di veramente interessante. Eppure di giornalisti capaci nel nostro settore ce ne sono. Molte testate o per meglio dire siti blog pubblicano comunicati stampa. Pochi contributi video, poche interviste dove l’intervistato trasmette qualcosa di veramente particolare. Mi dispiace ammettere che in questo momento, per colpa nostra, l’informazione che diamo ai lettori è poco entusiasmante.

Registrazione di convegni (in realtà ho trovato interessante l’intervento di Andrea Sabia su Insurance Trade), sondaggi e promozioni di corsi che rasentano il ridicolo.

Non me ne vogliano gli amici che con impegno ogni giorno postano notizie, curiosità e quanto altro. Se non facciamo comunicazione di qualità con di tanto in tanto qualcosa di più della semplice notizia o della “marchetta”, rischiamo di perdere tutti i nostri lettori.

Possibile che non siamo in grado di sviscerare argomenti tecnici, di comunicazione? In fin dei conti chi legge i nostri blog sono addetti ai lavori e quindi forse è giunto il momento di cercare di portare aria nuova.

Ognuno di noi difende con forza il proprio lavoro mettendo in ogni dove “© o riproduzione riservata” non comprendendo che siamo quattro gatti e che forse sarebbe molto più intelligente che ognuno di noi ribattesse anche le notizie degli altri. Io da sempre non ho problemi e mai, nei miei video o nei miei articoli leggerete la frase “riproduzione riservata”. Copiate pure. Il mio sito non ha sponsor, vive solo della mia persona e quindi francamente questa gelosia del mio scrivere non la ho.

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *