Non capisco, ma mi adeguo!

Dal momento che siamo ancora in clima natalizio, penso vi interessi sapere che il presidente del bonsai sindacale alternativo a Sna ha scritto nei giorni scorsi alla sua Segreteria: “… sono assai lieto di comunicarvi che oltre alla notizia del ritiro dalla POSTA, oggi ‘Babbo Natale’ ci ha fatto arrivare anche un secondo graditissimo regalo che trovate in allegato. Si tratta – prosegue la e mail – della sentenza del Tribunale del Lavoro di Genova che ha dato ragione all’Inps che aveva sanzionato un’agenzia di assicurazioni ‘ALBARO SNC DI BOCCOLARI E SEGALERBA’ (storici agenti ex UNIPOL dirigenti dello SNA) che applicavano alle proprie dipendenti, le retribuzione del CCNL di SNA. Questi agenti, appoggiati dallo SNA, hanno provato a fare ricorso ma hanno perso… Questa è un IMPORTANTE sentenza che conferma che il nostro CCNL dipendenti è quello di riferimento del settore e che ANAPA, ha tutti gli effetti è l’associazione degli agenti che ha sottoscritto il “vero” CCNL” (le sgrammaticature, così come i grassetti, fanno tutti parte dell’originale, ndr). 
Potrei chiudere qui la mia riflessione, anche senza fare commenti sul cinismo espresso dal presidente di Anapa, ma invece ritengo sia necessario fare qualche considerazione in più perché questa stecca presa nel suo assolo fa da eco al comportamento dei manager di Cattolica che alla vigilia del Natale hanno revocato, per motivi tecnici e non per giusta causa, alcuni agenti, compreso un presidente di Gruppo aziendale. (SNACHANNEL)

Sono perplesso o forse basito. Francamente delle lotte fra chi rappresenta gli intermediari mi importa poco, ma leggere che un rappresentante di una categoria “gioisce” sulle disgrazie di un collega per rafforzare la propria posizione politica mi addolora molto.

Ho troppa stima per Vincenzo Cirasola per credere che dietro questa “butad” non ci sia un disegno che va al di là della questione. Sarebbe quindi carino che il Presidente di ANAPA chiarisse meglio il suo pensiero. Credo oramai che gli agenti siano stufi di questi continui litigi fra SNA ed ANAPA e che vogliano una “pace sociale” per cercare di “lottare” assieme, anche se con vedute differenti. Ricordiamoci che l’unione fa la forza!

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leonardo Alberti

LASTEST VIDEO