Il mondo è bello perché vario: non sempre però!

Massimo Congiu, ha postato sul suo profilo FaceBook, due fotografie quasi incomprensibili di come si comportano le varie nazioni con i propri intermediari.

Riportiamo qui di seguito la tabella da noi ricostruita (e semplificata):

Nazione Quali sono le condizioni per operare? L’agente è proprietario del portafoglio? Cosa succede quando il contratto finisce? c’è differenza fra dimissioni o revoca? se invece la motivazione della risoluzione è una malattia o il pensionamento? variazione n. intermediari
Germania Essere iscritti ed autorizzati dall’IHK no, il ptf ritorna alla compagnia a fronte di una liquidazione L’agente non è proprietario del ptf quindi viene liquidato ed il ptf va alla mandante nel primo caso non viene liquidato, nel secondo sì Di pende dal tipo di contratto sottoscritto con la mandante 2016: 231.312
2015: 235.477
2014: 244.317
Spagna 300 ore di formazione di solito no Di pende dal tipo di contratto sottoscritto con la mandante; ogni azienda ha le sue regole a seconda dei casi ma mai a favore dell’agente cessante E’ un libero professionista e valgono quindi le regole sociali
Francia 600 ore di formazione No no sono in caso di pensionamento 2015: 11.957
2014: 12.136
Lussemburgo esame per iscriversi l’agente può comprare il ptf dipende dipende solo in caso di dimissioni per gravi motivi

Sostanzialmente i comportamenti sono piuttosto simili, qualche nazione permette la paternità, per la quasi totalità il pdf è di proprietà della mandante.

Quello che in realtà è importante, per quanto riguarda l’Italia è la rivalsa. Ora, l’istituto della rivalsa, se aveva un senso lo aveva quando esistevano accordi di esclusiva bilaterale e sopratutto contratti poliennali. La vera ratio della rivalsa  consisteva nello sgravare l’impresa da ogni costo sostenuto in conseguenza della risoluzione del precedente rapporto,scaricando i costi sull’agente subentrante.  Perché oggi un agente subentrante dovrebbe pagare una rivalsa dal momento che il portafoglio che gli viene affidato nel giro di un anno potrebbe sparire del tutto?

Non avrebbe più senso un trattamento provvigionale differenziato (ridotto, per esempio) sui contratti derivanti dall’incasso o dalla riforma di polizze affidate per il primo anno di subentro?

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.