Il mercato degli agenti di assicurazione

L’informazione se fatta bene va divulgata!

Molti di voi ricorderanno un mio precedente post in cui sostenevo che in un mercato piccolo come il nostro mettere “RIPRODUZIONE RISERVATA“, non tanto da parte delle testate giornalistiche nazionali, quanto da parte di noi “piccoli comunicatori del web” aveva poco senso.

Sostenevo anche, assieme con il mio amico Mirko, editore di “ILBroker” che sarebbe opportuno che ognuno di noi, costantemente pubblicasse le proprie classifiche, non tanto per una gara sui numeri, quanto quale stimolo a fare di più.

Quindi, fatta questa doverosa premessa, oggi posto una tabella, a mio avviso interessante, realizzata da una analisi di “assicuriamoci bene“, un portale gestito con molta professionalità da amici.

Si tratta di una analisi che mette in comparazione il numero di mandati con le mandanti (il dettaglio dell’analisi sul sito assicuriamoci bene).

ECCO LA TABELLA:

Classifica-per-numero-intermediari-sez.-A-TOP10

La tabella, cari amici intermediari, mette subito in evidenza un grossissimo problema di distribuzione di consulenza assicurativa.

iscritti RUI

Mettendo quindi a confronto le due tabelle otteniamo una terza tabella molto significativa:

Compagnia n. totale % rispetto tot iscritti
UNIPOLSAI ASSICURAZIONI S.P.A.  5.886 17%
ALLIANZ SOCI ETA’ PER AZIONI  3.136 9%
AGA INTERNATIONAL SA  2.950 9%
D.A.S. DIFESA AUTOMOBIUSTICA SIN  2.290 7%
GENERALI ITALIA S.P.A.  2.522 7%
GENIALLOYD SOCI ETA’ PER AZIONIDI  2.070 6%
SOCI ETA’ CATIOLICA DI ASSICURAZIO  1.811 5%
UCA – ASSICURAZIONE SPESE LEGALI I  1.914 6%
ALLIANZ GLOBAL LIFE LIMITED  1.792 5%
EUROP ASSISTANCE ITALIA S.P.A.  1.916 6%
TOTALE  26.287   76%
Tot Iscritti  34.416  

Il 17% del totale degli agenti rappresenta UNIPOLSAI, il 76% rappresenta le prime 10 compagnie italiane in termini di n. di mandati.

Leggendo il dato in maniera superficiale potremmo affermare che UNIPOLSAI è messa molto bene in quanto ha il 17% degli agenti di tutto il mercato; proviamo invece a ragionare diversamente magari facendoci aiutare da una WSOT ANALISYS:

Punti di forza

Punti di debolezza

– solidità rete
– dimensione
– specializzazione
– difficoltà di gestione
– mancanza di controllo
– competenza interna
– elevati costi di distribuzione

 – alto rischio di litigiosità 

Opportunità

Minacce

– capillarità
– potenza di fuoco
– Market leader- perdita totale controllo
– alto rischio di distrazione
– livello di conflittualità elevato
– lentezza di reazione

 

Inoltre gli agenti che rappresentano UNIPOLSAI hanno una fortissima probabilità di entrare in conflitto con i colleghi di zona. I costi sono elevati e la gestione da parte della compagnia è complessa.

Ciò fa presupporre, in un futuro non tanto lontano una ristrutturazione della rete con accorpamenti di agenzie finalizzato ad un aumento della redditività per la mandante, ad una riduzione dei costi e dei rischi di gestione, nonché alla possibilità di maggior controllo.

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.