Erodete le quote di mercato agli assidinosauri e sbaragliate definitivamente tutta la concorrenza

Ancora una volta mi dedico ad un articolo sul digital marketing assicurativo. Questa volta ho deciso di pubblicare qualche passaggio e commentarlo:

Ancora oggi purtroppo le compagnie non propongono nulla di veramente nuovo. La formazione iniziale tecnica di base è di una noia davvero mortale, come se per vendere una polizza bastasse semplicemente conoscere la tariffa Ania

Stessa cosa dicasi per le noiosissime e vecchissime tecniche di vendita “uno ad uno” insegnate da formatori istituzionali che spesso non hanno mai venduto nemmeno loro una singola polizza

…Le compagnie dovrebbero essere serie con chiunque si approcci a intraprendere il lavoro di assicuratore e non vedere i poveri malcapitati come polli da spennare…

Oggi il mondo è cambiato e non è più quello di 20 anni fa e nemmeno quello di 10 e nemmeno quello di 5 anni fa, oggi vi sono opportunità enormi date dalla rivoluzione digitale in corso e attenzione che non vi racconto la solita balla che vi dicono tutti, ovvero firma grafometrica, qualche app di compagnia, due gestionali e un software che vi emette le polizze e vi tiene gli appuntamenti

Arrivate prima degli altri, erodete le quote di mercato agli assidinosauri e sbaragliate definitivamente tutta la concorrenza...

Rispetto il pensiero di tutti, ma sembrerebbe che chi fa il mestiere di formatore da anni, chi si occupa di vendita nelle compagnie, chi ha avuto successo come intermediario faccia parte del mondo che l’estensore della “news letter”, perché di questo si tratta, definisce “assidinosauri”.

Ora personalmente mi viene il dubbio che io che appartengo a tutte le categorie di cui sopra, che sono un “assidinosauro” in quanto assicuratore da 40 anni, che mi occupo di formazione, che frequento i social e che ritengo che si debba partire come si è sempre fatto da parenti ed amici sia destinato a morire sorpassato da coloro che presidieranno in anticipo il settore del marketing digitale in assicurazioni.

Io penso invece e lo penso con vigore, che dobbiamo imparare da chi ha avuto successo, da chi fa questo mestiere da tanti anni, da chi vende le polizze perché ha studiato, è preparato e sopratutto lo fa con passione. Io non posso assolutamente accettare affermazioni che offendano il mercato assicurativo in generale basandosi su semplici affermazioni e vendendo la digitalizzazione o peggio il marketing digitale come l’unico elemento di successo nel mestiere dell’assicuratore.

Io purtroppo di fronte a simili sciocchezze non posso fare altro che reagire indignandomi e reagendo come ho sempre fatto: mettendoci la faccia. Basta vendere o idealizzare le scorciatoie del successo. Il successo si ottiene con fatica, con impegno e con passione, tutto il resto sono chiacchiere!

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *