Decreto concorrenza 2016: RC Auto, le possibili novità

Se dovessero passare le riforme previste nel DDL concorrenza 2016 ci sarà una piccola rivoluzione nella commercializzazione del prodotto RCAuto.

Infatti il DDL prevederà polizze che contengano nuove opzioni con uno sconto subordinato all’accettazione di alcune tipologie di azioni:

  • Sottoporre il proprio veicolo ad ispezione,da parte della compagnia stessa ;
  • Installare una scatola nera (sembrerebbe addirittura che la scatola nera divenga obbligatoria per tutti i veicoli);
  • Installare un dispositivo che impedisca la messa in moto del veicolo, in caso di rilevazione di un tasso alcolico superiore a quello consentito dai limiti di Legge;
  • Acconsentire alla rinuncia di cedibilità del diritto al risarcimento dei danni derivanti dalla circolazione senza il consenso dell’assicuratore tenuto al risarcimento;
  • Acconsentire ad esercitare la facoltà di ricevere un risarcimento in forma specifica di danni e cose, in alternativa al risarcimento equivalente;
  • Acconsentire al risarcimento equivalente, tramite officine convenzionate, comunicando in caso di sinistro i dati del riparatore in modo che la compagnia assicurativa possa verificare il valore dei danni prima della riparazione.

Sono tentativi per cercare di rendere il prezzo della copertura RCAuto più conveniente per il consumatore, rispetto agli attuali standard di mercato senza però intaccare la redditività delle compagnie di assicurazione.

Relativamente alla scatola nera, è un po’ di tempo che si parla dell’obbligo di installazione su tutti gli autoveicoli.

L’associazione dei consumatori si sta già chiedendo chi pagherà i costi di installazione e disinstallazione. In realtà la cosa potrebbe essere risolta semplicemente considerando la scatola nera alla stregua dell’autoradio, un accessorio che oramai è di serie sulla quasi totalità degli autoveicoli circolanti.

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.