Allianz Italia, utile operativo oltre un miliardo di Euro

Per Allianz Italia superare il miliardo di euro sembra una cosa facile e ricorrente. Ce lo ha raccontato molto bene Intermediachannel da cui prendiamo in prestito un pezzettino dell’articolo per dare la nostra visione delle cose.

Quinto esercizio consecutivo con un utile operativo superiore ad un miliardo di Euro per Allianz Italia, che chiude il 2016 con un risultato in calo a 1,21 miliardi di Euro (dagli 1,38 miliardi del 2015). Nonostante il contesto sfidante, la compagnia guidata da Klaus-Peter Roehler (nella foto) ha tuttavia proseguito nei suoi investimenti “per supportare al meglio la trasformazione della rete degli Agenti Allianz, al fine di consentire loro di coniugare con sempre maggior efficacia la già forte competenza consulenziale con i benefici derivanti dalla digitalizzazione”.

È vero, il segreto di Allianz sta nel management, sta nella rete agenziale, sta nel considerare il cliente l’anello vincente del business. Non possiamo far finta di niente. Chi lavora in Allianz è orgoglioso di fare parte dei successi della compagnia, gli agenti si identificano con il marchio, tutto ruota intorno ad una coerenza disarmante.

Allianz è oggi, a mio avviso, la dimostrazione di come nel mondo delle polizze si possa lavorare con gli agenti, si possano vendere prodotti interessanti, si riesca ad approfittare della digitalizzazione per dare al cliente un servizio di qualità.

Per fare tutto ciò è necessario investire tanti soldi; bisogna avere le idee chiare e soffrire di una coerenza quasi maniacale. Bisogna sopratutto esprimere una managerialità di livello.

Non basta avere i soldi ed essere grossi per venir considerati “grandi”. È necessario metterci passione, competenza, voglia di essere i leader. Chi riconosce la propria rete agenziale con i fatti e non con le parole, in un un mondo dove la professionalità è poco diffusa, dove la differenza la fa la consulenza, quella vera, non può che essere vincente.

È vero, Allianz, per fortuna, non è l’unica grande compagnia italiana, ma in questi ultimi anni corre davanti a tutti nella ricerca dell’eccellenza.

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.