60 milioni di € tra provvigioni e patto di non concorrenza ad Antonio Somma

Si chiude la guerra tra il colosso assicurativo americano AmTrust e l’ex suo broker campano Antonio Somma.

La loro collaborazione era durata 6 anni, dal 2008-2014 con un aumento della quota di di mercato sino al 60% degli ospedali e a 40.000 medici.

Dopo uno scambio di denunce nei tribunali di New York, Londra e Milano (dove uno dei tre arbitri è stato ricusato da AmTrust che ne ha denunciato alla Procura la possibile corruzione), adesso in Gran Bretagna è stato raggiunto accordo tombale in cui AmTrust riconosce al broker campano circa 60 milioni fra provvigioni dovute e patto di non concorrenza.

A fronte di ciò l’impegno di entrambi di ritirare tutte le azioni penali e civili in giro per il mondo.

Scrivi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.